Posts by tag: visual studio

by in / Tips and Tricks
No peoples think this is good

Utilizzare dotless con Visual Studio 2010

Dotless è il porting di Less un linguaggio dinamico che estende le funzionalità dei css aggiungendo variabili, spazi dei nomi, funzioni, etc. Possiamo creare stili annidati, riutilizzare caratteristiche comuni, definire i colori del nostro sito in un solo punto. Sarà un “compilatore” a generare per noi il css da inviare al browser.

dotless

La generazione dei css può avvenire sia lato client (tramite una libreria javascript), sia lato server tramite un compilatore oppure da C# tramite un’API, ma vediamo come utilizzare dotless con Visual Studio.

Passo 1 – Installare dotless

Per installare dotless dovete lanciare dalla Package Manager Console di Visual Studio 2010 il comando Install-Package dotless. Al termine dell’operazione avrete nella cartella packages della solution tutto quello che serve per cominciare.

Passo 2 – Creare un file .less

Aggiungete al progetto un nuovo file di tipo testo e rinominatelo con estensione .less, per agevolarvi nella compilazione della sintassi potete installare l’add-in LessExtension che potete trovare tramite NuGet. Scrivete qualche riga di codice in “linguaggio” less, magari copiandola dal sito.

Passo 3 – Scrivere un file batch che compili i file .less

Il listato sottostante permette di chiamare il compilatore dotless passando come argomenti la cartella dove trovare i file .less e la destinazione dei file css compilati. Se i file css risultassero vuoti saranno cancellati dall’ultima istruzione (utile se definite un file .less contenente solo variabili).

Passo 4 – Lanciare il batch in PreBuild

Per fare in modo che i file css siano generati prima dell’esecuzione del sito è necessario chiamare il file batch nell’evento Pre-Build del progetto. Andate quindi nella sezione “Build Events” delle proprietà del progetto e copiate il listato seguente nel campo Pre-build event command line.

Gli argomenti passati sono il percorso dove trovare il compilatore, la cartella dei file .less e la cartella di destinazione dei file css.

Conclusioni

Ci sono altri modi di utilizzare less, se utilizzate less.js come compilatore potete addirittura definire le proprietà degli stili richiamando funzioni javascript. Al momento ho preferito sfruttare less solo lato server per mantenere il client più leggero ed avere maggior controllo sui css generati.

 

/ Read Article /
by in / Tips and Tricks
No peoples think this is good

Le migliori shortcuts di Visual Studio 2008

Le shortcuts sono sicuramente la via più breve e semplice per migliorare la produttività. Ecco un elenco delle migliori tra quelle a disposizione con Visual Studio 2008:

  • [CTRL] + [SHIFT] + [B] -> esegue il build della solution
  • [CTRL] + [SHIFT] + [S] -> salva tutti i file aperti
  • [CTRL] + [I] -> attiva la funzione di ricerca incrementale. Dopo aver premuto tale combinazione digitare la chiave di ricerca ed una volta completata la chiave spostarsi in avanti sempre con CTRL + I ed indietro con CTRL + SHIFT + I
  • [F5] e [SHIFT] + [F5] -> il primo fa partire il debug l’altro lo interrompe
  • [SHIFT] + [F9] -> pone la variabile selezionata dal cursore sotto “Quick Watch”
  • [CTRL] + [SHIFT] + [Space] -> posizionandosi all’interno della chiamata di un metodo permette di vedere in un tooltip la lista di parametri richiesta dal metodo
  • [CTRL] + [.] -> apre la finestra smart tag utile in caso di inserimento di uno using per un tipo sconosciuto
  • ([CTRL] + [K]) + [F]-> esegue la formattazione della selezione corrente
  • ([CTRL] + [K]) + [C] e ([CTRL] + [K]) + [U] -> il primo commenta le righe selezionate, l’altro esegue l’operazione inversa
  • [ALT] + [SHIFT] + [Enter] -> attiva la modalità FULL SCREEN, ripremere la stessa combinazione di tasti per disattivare la modalità
  • ([CTRL] + [\]) + [D] -> apre la finestra Code Definition per il tipo sotto cursore
  • [CTRL] + [SHIFT] + [F] -> permette di eseguire la funzione di ricerca nei file del progetto
  • [SHIFT] + [Canc] -> cancella la riga corrente salvandola negli appunti
  • [CTRL] + [-] e [CTRL] + [SHIFT] + [-] -> sposta il cursore nella posizione successiva o precedente
  • [F12] -> esegue il “Go to definition”

Tra le più curiose ci sono invece:

  • [CTRL] + [ì] -> se mi posiziono su una parentesi di un blocco di codice ed eseguo questa combinazione di tasti il cursore si posiziona sull’altra parentesi che delimita il blocco
  • [CTRL] + [SHIFT] + [ì] -> se mi posiziono su una parentesi di un blocco di codice con questa combinazione seleziono tutto il blocco di codice
  • [CTRL] + []] -> seleziona il pezzo di codice compreso tra il cursore e l’ultima posizione di modifica
  • [CTRL] + [T] ->inverte le lettere ai lati del cursore

E se non ci bastano dalla finestra Tools > Options > Keyboard ne possiamo creare di nuove:

Shortcuts

/ Read Article /
by in / Tips and Tricks
No peoples think this is good

Track Active Item in Solution Explorer

Lavorando con MonoRail di Castle Project capita spesso di avere viste con lo stesso nome, specialmente quando sviluppiamo applicazioni data-centric. In Visual Studio questo può portare, soprattutto quando si hanno molte viste aperte, a non riconoscere subito il controller al quale fa riferimento la vista che stiamo modificando.

In questo caso ci viene in aiuto il Solution Explorer che evidenzia di volta in volta nell’albero il file aperto nella scheda corrente. Se questa funzionalità non dovesse essere attiva è sufficiente andare sotto Tools > Options > Projects And Solutions > General e mettere una spunta su Track Active Item in Solution Explorer come evidenziato nella figura qui sotto.

SolutionExplorerTrackItem

/ Read Article /